Le vere novità del 2017 sul 5 per mille alle Associazioni No Profit


PER CHI ERA già iscritto nel 2016: le Associazioni No profit già regolarmente iscritte nel 2016 e ancora in possesso dei  medesimi requisiti sono iscritte di diritto anche per gli anni successivi! Quindi non vi servirà ripetere la domanda di iscrizione né preparare la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (salvo che abbiate cambiato rispetto all’esercizio precedente il rappresentate legale, cioè il Presidente dell’Associazione: in tal caso dovrai sottoscrivere e trasmettere, entro il 30 giugno 2017, “una nuova dichiarazione con l’indicazione della data della sua nomina e di quella di iscrizione dell’ente alla ripartizione del contributo”). L’invio è comunque possibile fino al 2 ottobre 2017, versando però la sanzione di 250 euro. Tutto ciò è stato previsto dal D.P.C.M. del 7 luglio 2016.

PER CHI NON ERA

già iscritto nel 2016 (o non compare negli elenchi pubblicati il 31 marzo di ogni anno): finalmente sono arrivate le indicazioni ufficiali della Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 5/E del 31 marzo 2017.

Non cambia nulla rispetto le vecchie procedure:

•Associazioni non sportive: sono tenute a trasmettere all’Agenzia delle Entrate l’istanza telematica entro l’8 maggio e la dichiarazione sostitutiva entro il 30 giugno.

•Associazioni Sportive Dilettantistiche: sono tenute a trasmettere all’Agenzia delle Entrate l’istanza telematica entro l’8 maggio e la dichiarazione sostitutiva al CONI entro il 30 giugno.

ATTENZIONE: chi non invierà la dichiarazione sostitutiva entro il 30 giugno potrà farlo entro il 2 ottobre pagando una sanzione di 250 euro.


Come fare ad essere certi che la propria Associazione riceverà il 5 per mille

Entro il 31 marzo di ciascun anno sul sito web dell’Agenzia delle Entrate viene pubblicato un apposito elenco aggiornato. Entro il successivo 20 maggio i legali rappresentanti (o il loro delegati), possono comunicare alla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate del proprio territorio errori o variazioni. Lo stesso potrà fare entro tale data l’Ade nei confronti delle Associazioni.

Quali Associazioni possono chiedere di essere ammesse al beneficio del 5 per mille


Ricordiamo, innanzitutto, che le categorie di Associazioni che possono partecipare al riparto delle quote del 5 per mille sono quelle stabilite dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010; nello specifico sono:

•le organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) iscritte nell’Anagrafe delle ONLUS, di cui all’art. 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460;

•le organizzazioni di volontariato iscritte nei registri del volontariato, di cui alla legge 266 del 1991;

•le organizzazioni non governative riconosciute idonee ai sensi della legge 26 febbraio 1987, n. 49, iscritte presso il Ministero degli Affari Esteri;

•le cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381, iscritte nell’Albo nazionale delle società cooperative istituito con Decreto del Ministro delle attività produttive del 23 giugno 2004, nonché i consorzi di cooperative con la base sociale formata per il cento per cento dalle stesse cooperative sociali;

•le associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e delle province autonome di Trento e Bolzano, previsti dall’art. 7 della legge 7 dicembre 2000, n. 383;

•le associazioni e fondazioni riconosciute, iscritte nel registro delle persone giuridiche, che operano senza fine di lucro negli stessi settori di attività delle ONLUS elencati nell’art. 10, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460;

•associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal CONI a norma di legge, che svolgono una rilevante attività di interesse sociale.


dal sito della Agenzia delle Entrate


Gli enti del volontariato (cioè le suddette categorie di Associazioni tranne le ASD) presentano la domanda d’iscrizione all’Agenzia delle Entrate, a partire dal 21 marzo 2014, utilizzando modello – pdf e software specifici.

La domanda va trasmessa in via telematica direttamente dai soggetti interessati, se abilitati ai servizi Entratel o Fisconline, oppure tramite gli intermediari abilitati a Entratel (professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc.).

L’iscrizione deve essere presentata entro il 7 maggio 2014. Non saranno accolte le domande pervenute con modalità diversa da quella telematica. Anche per l’anno finanziario 2014, possono partecipare al riparto delle quote del cinque per mille gli enti che presentino le domande di iscrizione e provvedano alle successive integrazioni documentali entro il 30 settembre 2014, versando contestualmente una sanzione di importo pari a 258 euro.

I requisiti sostanziali richiesti per l’accesso al beneficio devono essere comunque posseduti alla data di scadenza della presentazione della domanda di iscrizione (7 maggio 2014).

All’atto dell’iscrizione il sistema rilascia una ricevuta che attesta l’avvenuta ricezione e riepiloga i dati della domanda.

Attenzione:

Chi vuole accedere al beneficio del 5 per mille di quest’anno deve, comunque, presentare la domanda anche se già inviata per gli anni precedenti.


Adempimenti successivi all’iscrizione nell’elenco del volontariato: presentazione della dichiarazione sostitutiva


I legali rappresentanti degli enti iscritti nell’elenco pubblicato devono spedire entro il 30 giugno 2014 tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, alla Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate nel cui ambito si trova il domicilio fiscale dell’ente, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’articolo 45 del DPR n. 445 del 2000, che attesta la persistenza dei requisiti che danno diritto all’iscrizione. In alternativa, la dichiarazione sostitutiva può essere inviata dagli interessati con la propria casella di posta elettronica certificata alla casella PEC delle predette Direzioni Regionali, riportando nell’oggetto “dichiarazione sostitutiva 5 per mille 2014” e allegando copia del modello di dichiarazione, ottenuta mediante scansione dell’originale compilato e sottoscritto dal rappresentante legale, nonché copia del documento di identità.

Questo è il modello di dichiarazione sostitutiva – pdf.

Attenzione:

Per agevolare la compilazione e l’invio della dichiarazione sostitutiva, la procedura telematica mette a disposizione il modello parzialmente precompilato con le informazioni fornite dagli interessati all’atto dell’iscrizione. Il contribuente deve solo inserire le informazioni che mancano.

Alla dichiarazione deve essere allegata, a pena di decadenza, la fotocopia non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore.



Come fare ad uscire dagli elenchi del 5 per mille


Se rispetto all’anno passato non avete più i requisiti per accedere al 5 per mille il rappresentante legale dell’Associazione deve comunicarlo immediatamente all’AdE (con le stesse modalità previste per la trasmissione della dichiarazione sostitutiva). Non fate i furbi… se la revoca non viene trasmessa, i soldi indebitamente percepiti – rivalutati secondo l’indice dei prezzi al consumo Istat e maggiorato degli interessi al tasso legale – vanno restituiti allo Stato fermo restando, se ne ricorrono i presupposti, l’applicazione delle sanzioni penali e amministrative.


Come far ricevere più contributi dal 5 per mille alla vostra Associazione


Non ci nascondiamo dietro ad un dito. I contribuenti esprimono la loro scelta per il 5 per mille (quando lo fanno, la maggior parte invece non esercita proprio alcuna opzione) su richiesta del CAF presso cui preparano la propria dichiarazione dei redditi o del loro Commercialista.

Per questo ti suggerisco di stilare una lista di tutti i CAF e commercialisti che ti interessano nella tua zona. Quindi cerca di ottenere un appuntamento con loro e spiega perchè sarebbe importante “adottare” proprio la tua Associazione… d’altronde cosa costa promuovervi sugli indecisi e sui disinformati? Mi raccomando lascia anche un po’ di copie di vostre brochure in cui spiegate chi siete e cosa fate di importante per la vostra comunità.


347 7017259 Presidente

340 5398556 Vice Presidente

393 4902355 Segretaria

389 5487143 Resp. Affiliazioni

0783 1945090 Fax

Sede legale

Via Napoli, 1

09098 Terralba (OR)

info@asioristano.com

asioristano@gmail.com

©  2017 Asi Oristano. All rights reserved

contatore