PROCEDURA AMMISSIONE SOCIO

Vediamo quindi  i passaggi indispensabili e l’UNICA PROCEDURA CORRETTA per diventare nuovi soci della vostra Associazione (se non si è soci fondatori: in quel caso dopo l’atto costitutivo non serve fare più nulla):

1. Far compilare il modulo di richiesta all’aspirante socio (che da maggio dovrebbe essere adeguato alla nuova normativa europea sulla gestione dei dati… Il socio dovrà fornire dati anagrafici e fiscali, propri e di almeno un tutore legale se l’aspirante socio è minorenne, e sottoscrivendo lo Statuto della Associazione, il modulo deve essere firmato (dal tutore se l’aspirante è minorenne) e va conservato fra i documenti dell’associazione. (In caso di ispezione fiscale, possono chiedervi di vederli: è indispensabile poter dimostrare la volontà MANIFESTA dell’aspirante nel diventare socio della Associazione).

2. Riunire il consiglio Direttivo e valutare la domanda di ammissione. Non si può più delegare a nessuno questa funzione (una volta la si dava al Presidente ma oggi è una procedura contestata) e non può essere riunito il direttivo contestualmente alla domanda (deve essere riunito al più il giorno dopo e non prima). Il direttivo deve mettere a verbale l’esito della domanda, per ogni singola richiesta, e segnare il voto di ogni membro.

3. Inserire il Verbale a Libro Verbali. Se non lo fate la procedura risulterà illegittima.

4. Inserire il nuovo Socio nel Libro Soci.

Solo dal completamento del punto 4, il nuovo socio potrà essere considerato tale e fare attività con voi. In quel momento avrà acquisito diritti e doveri sociali, potrà entrare nei locali sociali e fare attività.

APPROFONDIMENTO: Perchè non si può fare subito la domanda per diventare socio e diventarlo contestualmente?

Perchè questo è stato per decenni un modo per aggirare le norme e far accedere a servizi non tassati (come le entrate a spettacoli di “circoli ricreativi” che agivano come discoteche) persone che non avevano nessuna intenzione di diventare soci di una associazione e che, nella sostanza, dovevano essere considerati CLIENTI (soprattutto a livello fiscale).

Quindi, come abbiamo visto, per gestire correttamente la procedura l’associazione deve produrre una serie di documenti, che devono essere presentati in caso di controlli proprio per dimostrare che la procedura seguita sia stata corretta.

Una domanda di ammissione sottoscritta dal socio (o dal tutore se l’aspirante socio è minorenne) adeguata al GDPR del maggio 2018 sulla privacy;

Un verbale del Direttivo di accettazione del nuovo socio;

Un Libro Soci fatto bene  in cui devono essere indicati tutti i dati anagrafici e di contatto del socio, nonché la data di richiesta di iscrizione e di accettazione.

Se tutti questi documenti non ci sono o non sono corretti rischi di finire nei guai.

Per questo alle associazioni spieghiamo cosa devono fare in questo e in altri casi per evitare errori e forniamo tutti i fac simili dei documenti,  corretti e aggiornati rispetto alla normativa.


Come ogni anno  settembre e ottobre sono i mesi più caldi per le iscrizione di nuovi soci all’associazione.

L’accettazione dei nuovi soci è una delle procedure più comuni, ma nonostante questo è anche una di quelle che più volte viene sbagliata.

Infatti non gestire correttamente la procedura di ammissione di un nuovo socio è fra  gli ERRORI più comuni delle Associazioni.

Quelli, per intendersi, che in caso di Ispezione Fiscale portano al disconoscimento dello status di Associazione NOPROFIT, con conseguenti sanzioni ed accusa di evasione fiscale per tutte le entrate fino a quel momento considerate “istituzionali” e invece ritenute “commerciali”.

Non è un tema di poco conto: considerate che sappiamo di Associazioni in cui il Presidente è stato chiamato a rispondere col proprio patrimonio personale per somme oltre i 250.000 euro. E non parliamo solo delle finte NoProfit che fanno Profit, ma anche di Associazioni oneste, rette col lavoro e la passione di tanti volontari.

E’ indispensabile quindi non cadere in alcuni errori fatali. Uno dei più comuni è appunto  la procedura di accettazione di un nuovo socio. Parlando con le Associazioni ne abbiamo viste di tutti i colori: dalle Associazioni che considerano accettata la domanda alla firma del modulo di richiesta da parte dell’aspirante socio, a quelle che non si pongono il problema perchè confondono l’essere soci della propria associazione coll’essere tesserati alla propria Federazione/EPS/APS di riferimento, a quelle che la fanno accettare dal Presidente o da altri e stop… e così via in decine di altre varianti.


 


contatore

347 7017259 Presidente

340 5398556 Vice Presidente

393 4902355 Segretaria

389 5487143 Resp. Affiliazioni

0783 1945090 Fax

Sede legale

Via Napoli, 1

09098 Terralba (OR)

info@asioristano.com

asioristano@gmail.com

©  2019 Asi Oristano. All rights reserved